Contenuti utili sul canale Telegram

la-scienza-spiega-come-avere-una-buona-memoria-col-rilassamento

La scienza spiega come avere una buona memoria grazie al rilassamento

Il rilassamento ti aiuta ad avere una buona memoria e i risultati della ricerca sono talmente importanti da essere pubblicati nei siti delle principali testate giornalistiche.

Ti capita di perdere le chiavi?

Entri in una stanza e ti dimentichi il motivo?

Se stai passando un periodo in cui sei molto distratto, prova a fare qualche semplice esercizio di rilassamento, sicuramente ti porterà ad un miglioramento.

E proverai su te stesso i risultati di cui parlano le ricerche.

Ovvio che se lo stress deriva da situazioni che almeno nel breve termine non puoi cambiare, tipo il lavoro, sarà più complicato.

In ogni caso, fare qualche rilassamento ti porta solo vantaggi:

anzi, se sei particolarmente stressato, sentirai i miglioramenti molto più intensi.

Come avere una buona memoria grazie al rilassamento? Finalmente la scienza lo spiega.

Uno staff di ricercatori, capitanato dal neuroscienziato Prof. Romei, ha applicato al cervello delle stimolazioni elettriche specifiche ad un gruppo di 32 persone, con la tecnica “tACS”.

Risultato?

La velocità di alcune onde cerebrali influisce sul numero di informazioni che riusciamo a tenere a mente in un determinato periodo.

Nello specifico stiamo parlando delle onde Theta, che raggiungi tramite rilassamenti profondi o mentre dormi.

La ricerca conferma quello che dico ormai da anni:

per questo nel metodo Apprendimento Completo, scopri come avere una buona memoria anche grazie al rilassamento e al contesto in cui ti trovi.

Nella sostanza, le onde Theta fanno lavorare meglio la memoria di lavoro:

per farti un semplice esempio, è come dover scrivere la nota della spesa e avere a disposizione un foglio più grande e nitido.

Ne parlo anche in questo articolo e nel video qui sotto, che ormai ha superato le 125.000 visualizzazioni (GRAZIE!):

Come avere una buona memoria grazie al rilassamento nella vita di tutti i giorni

Prima ti ho fatto degli esempi di vita quotidiana, come perdere le chiavi o dimenticare il motivo per cui si entra in una stanza.

Ora andiamo a vedere come migliorare questi aspetti.

Innanzitutto, metti da parte le principali tecniche di memoria, che in questi casi non ci servono:

  1. Tecniche di memoria
  2. Palazzo della memoria
  3. Tecnica PAV

Centratura e consapevolezza

In questo caso specifico, inizia a restare centrato, cosciente del tuo respiro, in asse.

Mettiti comodo, seduto o steso, e rallenta la respirazione, rendila regolare.
Meglio se con musica adeguata di sottofondo, tipo questa.

Dopo un pò di esercizio, vedrai migliorare anche la concentrazione.

Che è la diretta conseguenza di un percorso anti-stress.

Soprattutto presta attenzione a 2 cose:

Rilassamento

abituati a fare dei rilassamenti regolari, perché come tutti gli esercizi, se fatto una volta sola serve a poco

Contesto

il contesto in cui ti trovi influisce sui tuoi stati d’animo e nei pensieri, ma questo lo scopri più tardi, quando introduco la sincronizzazione

I vantaggi del rilassamento

Si, lo so, stai leggendo questo articolo per capire come avere una buona memoria, ma utilizzare le tecniche di rilassamento ti permette di accedere a tante altre risorse, che forse è da un pò che non utilizzavi o provavi.

Infatti, questi sono i risultati più importanti che ottieni:

  • Miglior gestione dello stress
  • Mente lucida e sgombra
  • Salute migliore
  • Più autostima
  • Memoria più potente

Fino ad ora abbiamo preso in considerazione solo la Memoria di lavoro.

Ma con rilassamenti mirati puoi migliorare e rendere più efficiente anche quella a medio e lungo termine.

Per renderti più semplice il concetto, guarda il video qui sotto

Come stimolare le onde Theta e migliorare la memoria

Un modo per raggiungere lo stato desiderato è quello di usare i toni binaurali, usando le cuffie stereo di buona qualità.

Se in una cuffia applichi un tono di 160 Hz e nell’altro orecchio ascolti un tono di 167 Hz, gli emisferi iniziano a lavorare assieme per sincronizzarsi, perciò sentirai i battiti con la frequenza 167-160= 7 Hz.

Questo effetto si usa da secoli nei canti religiosi, non a caso le cattedrali hanno un’architettura specifica.

Riassumendo, se le voci e gli strumenti:

L’importanza del contesto

Sei sereno e felice ed entri in un luogo, tipo un negozio, e senza che sia successo nulla esci teso e stressato:

ti è mai successo?

In realtà molto probabilmente qualcosa è capitato, ma al di sotto della soglia di attenzione.

Detta in modo semplice, ti sei sincronizzato all’ambiente, ed è lo stesso principio usato nella tecnica “tACS” (vedi inizio articolo).

Pensa all’esempio del video dei metronomi di Huygens come ad una metafora.

A questo punto ti chiedo una riflessione che mi piacerebbe vedere nei commenti sotto l’articolo:

Come può incidere sulla tua vita restare ore in un ambiente “ostile e teso”.

Come ti senti quando sei al lavoro?

Come ti senti la maggior parte delle ore della giornata?

Come avere una buona memoria: conclusioni

La memoria di lavoro o memoria è quella che utilizzi quando:

  • Studi
  • Comprendi un testo
  • Tieni a mente brevi informazioni

Il passaggio successivo è far passare i dati dalla memoria a breve termine a quella a medio/lungo, nel magazzino vero e proprio.

Vuoi usare bene la memoria?

Le onde Alpha, che attivi durante il rilassamento, servono a memorizzare i concetti.

Ps.
I rilassamenti servono anche ad accedere consapevolmente alle onde Theta, senza essere addormentato.
E’ importante perché puoi programmare la tua mente come se fosse quella di un bambino di 3-5 anni:

la tua mente diventa una spugna pronta ad imparare!

Le onde Theta ti fanno raggiungere risultati molto più efficaci e avanzati di quelli evidenziati in questo articolo.

Scoprilo iscrivendoti al corso qui sotto, gratuitamente!

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter
la-scienza-spiega-come-avere-una-buona-memoria-col-rilassamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *