Come evitare decisioni sbagliate quando non hai un metodo per capire se ciò che sai è corretto.

Hai preso una decisione e poi ti sei pentito, perché le informazioni in tuo possesso non erano giuste…

Nel prossimo futuro (molto prossimo) sarà sempre più difficile riconoscere le informazioni vere da quelle false e la probabilità di sbagliare sarà sempre più alta.

Quando prendiamo una decisione, a meno che non sia improvvisa o ci affidiamo completamente a qualcuno, spesso significa che prima c’è stata una ricerca, uno studio e una riflessione su alcune informazioni.

I 7 passi per gestire un’informazione

L’essere umano ha per natura un’infinita voglia di conoscenza.

Abbiamo fame di informazioni, capire, imparare.

Il paradosso è che ora siamo sommersi dalle informazioni,  il problema non è più riferito alla quantità, ma alla loro gestione.

Qui di seguito 7 semplici passi che devi conoscere per riuscire a gestire e utilizzare le informazioni

  • conoscere che tipo di informazioni servono
  • saperle trovare
  • filtrare e capire se sono vere oppure no
  • essere in grado di assimilarle
  • riuscire a renderle efficaci, metterle in pratica
  • feedback: capire se manca qualcosa
  • cosa fare in caso di errore

In questo articolo, come avrai ben capito, vado ad approfondire il terzo punto:

il filtro per capire come evitare decisioni sbagliate

“Vedere per credere”

Una volta per capire se una cosa era vera spesso bastava vederla.

Ora vedere una foto o un video non è più sufficiente, non è più una prova.


Contesto

La tecnologia ci permette di fare cose straordinarie, condividere, creare informare..
ma c'è anche l'altro lato della medaglia.

Guarda questo video:

Cosa hai visto?

Sembra che un gruppo di persone stia distruggendo un'auto dei carabinieri.

Se dentro di te hai già delle idee sull'immigrazione, queste immagini possono stimolarti quello che già pensi, nel bene o nel male.

Questo video può far uscire una reazione di pancia che ti impedisce un'analisi dettagliata e reale.. che è proprio lo scopo per cui lo hanno fatto diventare virale.

Condividi se sei indignatoh!1!!  Vergogna!!!!

Se osservi bene la scena, ti rendi conto che si tratta di un set cinematografico, spacciato poi per una scena reale.

Oltre ad osservare bene, basterebbe poi leggere tra i commenti, ma sai... tra la "pancia", la fretta di condividere e il poco tempo a disposizione, eccoti caduto nella trappola.

Se invece analizzi bene il contesto, capisci che si tratta di una fake news che sostanzialmente fa leva su due presupposti:

1- gli immigrati fanno quello che vogliono e sono delinquenti
2- le forze dell'ordine non possono farci nulla, sono impotenti

Inoltre, chi ti "vende" questa notizia fa pure pressione sul tuo dovere civico di informare più persone possibili del pericolo.

Naturalmente la questione immigrazione non è il tema di questo articolo nè tantomeno del blog, questo è solo un esempio per capire il meccanismo di cui puoi cadere vittima.

Le notizie false sono sempre esistite, dopotutto la storia è scritta dai vincitori, no?

Ne parla anche Platone nel mito della caverna.

Il problema ora, è che abbiamo sempre meno strumenti per capire se un'informazione è vera oppure no.

I software diventano sempre più sofisticati
e sarà impossibile usare i vecchi metodi
per capire se un'immagine
è creata al computer o è reale

Hai mai sentito parlare dei deep fake?

In pratica, grazie a questa app
http://www.fakeapp.org/

puoi creare dei filmati dove il volto del protagonista non è quello reale, ma di chi decidi tu.
La app cerca online tutte le immagini del nuovo protagonista e sostituisce il volto nel filmato.

Inutile dirti che uno dei modi in cui è più utilizzata è inserire attori, attrici e modelle famose nei film porno.

Questo è uno dei filmati più famosi, dove Nicholas Cage prende parte in film dove in realtà non compare.

A questo punto scattano due considerazioni:

1- la app è riuscita a ottenere questo livello di precisione in soli 2 mesi.. impressionante vero?
Utilizzando quel processo che si chiama auto apprendimento, immagina il livello di precisione tra un anno.
E sono risultati impensabili se il processo viene fatto da un essere umano.

2- e se fosse utilizzata per creare un filmato dove ci sei tu?
Si, proprio tu.
Sai, con tutte quelle foto e selfie che metti in Facebook....


Il framework delle decisioni

Prendiamo in prestito alcuni concetti dalla psicologia cognitiva.

Le tecniche di manipolazione possono essere utilizzate in maniera più o meno sottile.

Se sei una persona accorta e ti rendi conto della responsabilità che hai nei tuoi confronti, di certo non ti fai fregare dal filmato degli immigrati.

Ma ci sono tanti modi per modificare la tua mappa della realtà

Esempio banale, valuta la frase

"hai visto il gatto dentro l'auto rossa
parcheggiata dietro alla casa?"

Sembra un'affermazione semplice, ma che contiene diversi presupposti:

Esiste un gatto, un'auto rossa, un parcheggio e una casa.

Il gatto è dentro l'auto
l'auto è parcheggiata
l'auto è parcheggiata dietro alla casa

Tu puoi rispondere

si - no -non lo so

ma nella risposta dai per scontato che tutti i presupposti sono veri.

 

..e questa è una frase semplice ed innocua.

No, non sto dicendo che devi diventare paranoico, non scherziamo.
Semplicemente diventare un pò più consapevole di quello che ascolti, guardi, leggi o studi.

Soprattutto quando stai raccogliendo informazioni per prendere una decisione che avrà un impatto importante sul tuo futuro.


La tua strategia di difesa - UPGRADE

Tutti i sistemi tecnologici periodicamente fanno l'UPGRADE per migliorare, difendersi e correggere errori.

Tu non pensi di averne bisogno?

I punti di partenza per il tuo UPGRADE

Ho individuato 5 punti che possono tornarti utili:

  • Osservare
  • Contestualizzare
  • Riflettere
  • Consapevolezza
  • Buonsenso
  • Responsabilità

Osservare

Mai sentito parlare di Rubin?

Nell'immagine qui sotto vedi la tazza di Rubin.
È stata creata da John Edgar Rubin, psicologo danese famoso anche per aver fatto uno studio sulle percezioni e le illusioni ottiche.

A sinistra l'immagine originale, mentre a destra quella modificata, utile all'esperimento.

Se guardi l'immagine in bianco e nero, puoi vedere una tazza bianca.
Oppure due profili.

A seconda di cosa decidi di guardare, vedi una figura o un'altra:

sfondo nero > coppa bianca
sfondo bianco > volti neri

 

immagine-come-evitare-decisioni-sbagliate

Questo è solo un principio che serve a far capire la grande differenza tra guardare e osservare.

Ed è anche uno dei principi che insegno nel corso per sviluppare la memoria fotografica.

Cos'è la memoria fotografica?

Hai presente quando nei film un agente addestrato dell'FBI entra in una stanza e nel giro di pochi secondi si ricorda tutti i particolari?...
Ecco, quella roba li'.

Osservare significa prendersi del tempo e dare attenzione ai dettagli, alle sfumature.

Significa evitare di essere superficiali.

Contestualizzare

Ogni informazione ha un significato relativo al contesto in cui si trova.

Se non ti rendi conto del contesto in cui ti trovi, perdi per strada i presupposti e il senso critico.

Le informazioni che ti vengono passate dai vari brand durante gli spot sono attendibili al 100%?
A volte, la semplice mancanza di un dettaglio può fare la differenza.

Sai com'è, mettono in bella mostra i vantaggi e nascondono i difetti..
di solito scritti con caratteri talmente piccoli che dovresti avere una tv 32K per leggerli.

Oppure immagina di vivere in un regime totalitario:
uno dei modi per avere un quadro dettagliato della situazione è confrontarti con chi vive in un altro Stato, no?

Riflettere

Significa mettere da parte le sensazioni di pancia e valutare con calma.

Bisogna avere controllo di se stessi, perché le emozioni sono molto più veloci e potenti dei pensieri.

Devi esaminare l'informazione, capire quali sono i meta-messaggi (tipo la frase del gatto sul parcheggio) e valutare se sono ok oppure no.

Consapevolezza

Forse è la caratteristica più difficile di tutte da imparare e utilizzare.

La consapevolezza inizia quando "rendi tua" l'informazione:
dopo averla letta e studiata, la digerisci e la interiorizzi.

Ti faccio un esempio:

Tutti sanno che fumare fa male

tutti ne sono a conoscenza, fumatori compresi, MA in meno ne sono consapevoli..
In pochi sono consapevoli del perché hanno iniziato a fumare.

Chiara la differenza, no?

Buonsenso

Al di là di tutte le tecniche e strategie mentali, nel dubbio chiediti se in quella situazione una persona  si comporterebbe cosi'.

So che ormai attraverso la rete siamo abituati a vedere un pò di tutto, ma ricorda che quelli sono singoli episodi, molto spesso finti o modificati, col solo scopo di ottenere tante visualizzazioni.

Non generalizzare mai, o possibilmente, il meno possibile.

Responsabilità

Responsabilità verso te stesso e gli altri.

Pensa all'impatto che un'informazione può avere nella tua vita e, nel momento in cui la condividi, nella vita degli altri.

Se l'informazione è falsa, non solo ti fai un'idea sbagliata della situazione che ti porta a conclusioni errate, ma rischi di far fare la stessa fine anche ad altri.

E rischi una brutta figura e di perdere la fiducia di chi ti circonda.

Hai presente quanto è difficile ottenere credibilità e la fiducia degli altri una volta persa?


Tiriamo le somme

E' importante capire come evitare di prendere decisioni  sbagliate anche (e soprattutto) nell'ambito dell'apprendimento, quando stai leggendo, studiando o aggiornando per imparare qualcosa.

Ecco perché, al contrario di tutti gli altri, ho sempre detto due cose:

1- le tecniche sono meno importanti di un metodo

2- prima di un metodo bisogna aver ben chiaro il proprio mindset

Immagine-piramide-apprendimento

E il mindset puoi impararlo soprattutto ricevendo il giusto feedback..

ma certamente non da chi si è inventato formatore l'altro giorno o è ancora fermo a venderti la tecnica miracolosa che ti cambia la vita in 5 minuti.

Chiaro, no?

E se proprio non sai da dove partire, fallo da qui.. gratis

Per ricevere l'ebook gratuito e altri bonus clicca qui


Ale
Ale

Aiuto gli adulti nello studio e nel lavoro a ricordare con sicurezza, leggere con più velocità e ridurre notevolmente l'ansia. Se vuoi diventare il punto di riferimento del tuo settore devi imparare prima e meglio degli altri. Risparmia fino all'80% del tuo tempo e diventa sempre sicuro e preparato. E' facile, immediato e veloce.